Q - Z O - P L - N E - I C - D A - B
Glossario
login
login

La necropoli protostorica del Dominu a Montereale Valcellina

In questa piccola necropoli ad incinerazione della prima età del ferro trovarono sepoltura una trentina di individui. L'area funeraria molto probabilmente era collegata non con il villaggio protostorico principale di Montereale, ma con un abitato che si pensa occupasse le pendici della soprastante collina di Plans.
La necropoli era formata da tombe collocate in tre file, orientate con precisione da nord a sud e fra loro parallele. Le ossa combuste erano raccolte in grossi vasi che vennero o deposti in buche foderate da piccoli ciottoli, o inseriti in cassette formate da piccole lastre calcaree. Una lastra di pietra fungeva da copertura e probabilmente era a sua volta nascosta da un piccolo tumulo di terra. In alcune tombe i resti del rogo sono stati rinvenuti al di sotto dell'ossuario.
I corredi, relativamente modesti, sono costituiti da ornamenti in bronzo (fibule, spilloni, anelli) ed utensili e armi sia in bronzo che in ferro (punteruoli, asce, coltelli, cuspidi di lancia). In poche tombe sono stati rinvenuti anche elementi di corredo in ceramica, ossia delle tazzine che forse richiamano il rituale del banchetto o della libagione funebre.

Curiosità

Particolare è il rituale funerario che si può ricostruire per la necropoli protostorica di Montereale Valcellina.
Grazie all'attento scavo realizzato dagli archeologi, infatti, sappiamo che, soprattutto nelle tombe più antiche, oltre alle ceneri veniva deposta nelle urne anche la terra di rogo, mentre non tutte le ossa combuste venivano raccolte e conservate.
Non si sa se tale rituale risponda a una particolare credenza nell'Aldilà delle popolazioni che abitavano in questa zona.

Il sito nel tempo

La datazione della necropoli è compresa tra l'VIII e il VII sec. a.C.
Non tutte le sepolture sono contemporanee: il nucleo più interno era più antico, mentre la fila più esterna costituiva forse un ampliamento successivo dell'area funeraria.

Gli oggetti ritrovati

Nel Museo di Montereale Valcellina, di prossima apertura, saranno esposti i reperti più significativi provenienti dalla necropoli.
In particolare saranno visibili gli oggetti che componevano i corredi femminili, ossia elementi ornamentali (tra cui diversi tipi di fibule, spilloni, perle di ambra e di vetro) e fusaiole, e quelli che venivano, invece, deposti nei corredi maschili, rappresentati in particolare da armi in metallo.

Per saperne di più

Susi Corazza, Rituali funerari nell'età del ferro a Montereale Valcellina,I quaderni del Menocchio, Quaderno aperto 46, Montereale Valcellina 2006.

Galleria immagini

Informazioni turistiche

Indirizzo
,
Montereale (PORDENONE - PN),
Friuli Venezia Giulia,
IT

Telefono

Fax

Visitabile
no

Condizioni di visita
~Visita libera

Informazioni condizioni
di visita
È possibile osservare i resti archeologici all'esterno di una recinzione che delimita l'area.

Mezzi pubblici
Non ci sono orari di apertura: l'area si può visitare liberamente

Bar
no

Ristorante
no

Museo
no

Divieto di fotografare
no

Tipologia di sito
necropoli

Periodo storico
protostoria

 
Scheda scritta da Chiara Magrini
Ultimo aggiornamento: 26/04/10 14:02