Q - Z O - P L - N E - I C - D A - B
Glossario
login
login

Itinerari

Visitare San Canzian d'Isonzo permette di cogliere alcuni degli aspetti più importanti del processo di cristianizzazione di quest'area del nord-Italia. Ma San Canzian è anche un sito ricchissimo di testimonianze d'epoca romana.
L'itinerario archeologico nel comune di Monterale Valcellina permette di visitare tre dei numerosi siti messi in luce in questa località della pedemontana pordenonese che si configura come una delle realtà archeologiche più interessanti della Regione, in particolare per il periodo protostorico. Esso è composto dalle uniche tre aree archeologiche restaurate e rese visibili al pubblico nel comune di Montereale Valcellina; le tappe si trovano dislocate in punti diversi del paese e solo il castello è attualmente raggiungibile con qualche difficoltà. L'itinerario si sviluppa in senso cronologico (dal sito più antico, la cui prima fase di occupazione risale al XII secolo a.C., al castello, che fu utilizzato fino al XVI secolo d.C.) e porta il visitatore a conoscere contesti caratterizzati nell'antichità da funzioni differenti: abitativa il primo, sepolcrale il secondo e difensiva il terzo.
Visitare i siti di Muggia significa compiere un importante viaggio nel passato dell'unico comune istriano italiano. Qui si alternano siti d'altura e lungo costa, assecondando i bisogni umani che cambiavano a seconda di ogni epoca. Si è scelto di proporre la visita di tre siti, ognuno dei quali appartiene ad uno dei tre periodi cronologici maggiormente attestati: protostorico, romano e medioevale. In due casi si tratta di siti d’altura, Elleri e Muggia Vecchia. Sono luoghi di grande importanza storica, attualmente musealizzati e attrezzati con pannelli esplicativi. Nel caso del sito romano si tratta di un molo sommerso in grado di farci notare l’abilità costruttiva tipica dell’epoca. Raggiungere il molo non è difficile, basta immergersi con una maschera da sub e nuotare per una cinquantina di metri.