Q - Z O - P L - N E - I C - D A - B
Glossario
login
login

I corredi funerari nelle tombe altomedievali della popolazione locale in Friuli Venezia Giulia

Si prendono qui in considerazione gli oggetti che venivano deposti nelle tombe della popolazione che abitava in Friuli Venezia Giulia nel periodo compreso tra il VI e il VII secolo d.C.
Nel periodo altomedievale si assiste al passaggio, per quanto riguarda i costumi funerari, dalla deposizione all’interno della tomba di un corredo "rituale", formato, cioè, da oggetti che accompagnavano il defunto rappresentandone il ruolo che esso rivestì in vita, alla deposizione di un “corredo personale”, costituito, invece, da pochi oggetti di ornamento o di uso quotidiano.
Tra i primi si annoverano, soprattutto per le sepolture femminili, gli orecchini e i bracciali con forme e decorazioni semplici che si ritrovano con le stesse caratteristiche in un’area geografica piuttosto ampia, dal Trentino alla Slovenia. Costituiscono, invece, i principali elementi di accompagnamento delle sepolture maschili i pettini in osso, in genere a doppia fila di denti, e i coltelli in ferro. Tra questi ultimi spiccano quelli del tipo “Farra” (dal nome della località in provincia di Gorizia dove sono stati individuati per la prima volta), contraddistinti da una parte terminante con un occhiello per la sospensione diretta alla cintura o a una catena agganciata ad essa.

Elenco schede